Newsletter #4

Download PDF

Questo è il quarto di una serie di newsletters che la Confederazione invia periodicamente per mantenere i membri delle sue Associazioni costituenti (NOBA, FARAOF, ANARC e ARNS), aggiornati sui recenti sviluppi delle principali questioni che li riguardano.

In particolare vorrei evidenziare quanto segue, principalmente su argomenti AWC.

– CLAIM FORM:
Nel claim sarà riportata la voce “importo del rimborso da altra fonte “. E l’assicurato dovrà
certificare in una check-box di non averne il diritto.
E’ stato anche confermato che qualsiasi altro “national or private Social Security Scheme” deve essere assimilato come una assicurazione primaria alla quale dovrebbero essere indirizzate le richieste di rimborso in prima istanza. Questo sarebbe un importante misura di contenimento dei costi che avrebbe un impatto favorevole sul RMCF.

– FRODI
I rappresentanti della confederazione hanno ricevuto i dati statistici da PSS su casi comprovati di frode relativi al contratto di assicurazione e sono stati informati sulle contromisure che NATO e AWC stanno prendendo in considerazione. Queste procedure saranno inserita nella nuova Guida dei Benefici (NBG).

– CONSERVAZIONE DELLE RICEVUTE:
Il CNRCSA ha espresso la sua preoccupazione per la nuova regola tacitamente introdotta senza informare adeguatamente gli assicurati. È stato ricordato che buona parte dei pensionati non ha familiarità con il computer e, di conseguenza, manda le pratiche ,con le fatture originali, utilizzando il servizio postale.
La nuova policy prevede che tutti gli originali delle ricevute e in genere della corrispondenza con AWC, dovranno essere conservati per un periodo di due anni. Quei pensionati che usano la posta dovranno invece conservare le copie. Sarà AWC che manterrà gli originali per loro. Questa regola verrà inserita nella nuova NBG.

– AGGIORNAMENTO DEI DOCUMENTI:
La riscrittura del contratto d’assicurazione NATO (NGIC), da un punto di vista giuridico, è
in corso e potrebbe essere completata entro la fine dell’anno (2014). Massimali di rimborso e benefici dovrebbero rimanere invariati.
La Guida alle prestazioni potrebbe essere disponibile online e in formato cartaceo in primavera 2015 compresa una tabella aggiornata delle prestazioni. Ciascun beneficiario ne riceverà una copia cartacea distribuita da AWC.

– “ASSISTENZA” A CASA:
Tale copertura non medica sarebbe in linea con l’attuale idea di molti paesi della NATO che stanno sottolineando la necessità di assistenza residenziale, riducendo al minimo l’ ammissione poi in una casa di cura.
E ‘con rammarico che il CNRCSA deve dire agli associati che il progetto di un’assicurazione
integrativa di questo tipo, che avrebbe dovuto essere finanziato al 100% dai suoi membri, dopo che le Nazioni e il CNCSC hanno deciso nel 2009 di non contribuire neppure parzialmente, sarà definitivamente abbandonato. Tutte le compagnie di assicurazione che avevamo contattate avevano posto diverse condizioni, tipo:
affiliazione obbligatoria di tutto il personale in pensione,
limite d’età di 75 o 80 anni
In conclusione il rapporto costo-benefici, ha convinto il CNRCSA dell ‘opportunità di non dare seguito all’ argomento.

– TOTALE PERDITA DELL’ AUTONOMIA / DIPENDENZA COMPLETA:
I rappresentanti del CNRCSA hanno dovuto insistere sul fatto che la loro proposta, che era stata presentata più di tre anni fa, fosse finalmente discussa dal gruppo di lavoro del JCB competente sulle assicurazioni.
In questi anni il PSS ha sistematicamente “omesso” di metterla all’ordine del giorno e di farla circolare fra i membri del gruppo di lavoro.
Si può ricordare che la proposta consisteva nell’ inserimento nel NGIC di un accordo in base al quale ai membri del personale attivo o in pensione o persone a loro carico, che soddisfano pienamente le condizioni mediche per essere curati in una casa di cura medica, si consentiva di poter beneficiare della stessa copertura a casa se loro, o i loro parenti, lo desideravano.
Il PSS non è disposto a modificare il NGIC e dubitano che la proposta possa avere costo neutro, fino a prova contraria.
Finalmente, hanno fatto circolare il documento CNRCSA tra i membri del gruppo di lavoro per informazione e hanno detto che hanno considerato caso per caso le richieste fatte, senza, tuttavia, chiarire quali criteri siano stati seguiti.
Consigliamo pertanto i pensionati o i loro familiari che vorrebbero beneficiare di un
assistenza medica a lungo termine a casa per se stessi, il coniuge, o persone a loro carico, di contattare il PSS e inviare una mail a smets-achten.myriam@hq.nato.int per ottenere ulteriori informazioni.

– AZIONI DI CORREZIONE
Per assicurare una copertura assicurativa medica robusta e un premio stabile in linea con le misure di contenimento dei costi, PSS ha indicato che diventerà obbligatorio l’uso di farmaci generici e che il rimborso del costo della camera privata per ricoveri di un giorno potrebbe essere rifiutato.

– NUOVA APPLICAZIONE AWC PER SMARTPHONES
E’ possibile scaricare da App. Store o Google Play la nuova applicazione “MyHealth ”. Con
questa applicazione si può:
– Compilare e inviare claim
– Consultare i documenti della polizza
– Controllare lo status dei propri claims
– Localizzare gli ospedali più vicini
– Avere un immediato accesso ai numeri di emergenza locali
– Contattare “AWC helpline”
Per una dimostrazione andare a: www.allianzworldwidecare.com/myhealth

– RMCF
La proposta del CNCSC per cancellare la nota 2 nelle CPR articolo 51.2 (vedi Newsletter 3 15 aprile 2014) è stata presentata al JCB e al Consulente legale per sapere di possibili
implicazioni legali della proposta. Il CNRCSA ha insistito sul fatto che la nota non deve essere soppressa, ma modificata per salvaguardare i diritti acquisiti dei pensionati esistenti. Qualsiasi modifica al sistema contributivo dovrebbe applicarsi solo ai nuovi pensionati.
Al JCB, nella prossima riunione di marzo 2015, sarà presa in considerazione la posizione del
consulente legale e formulate le opportune raccomandazioni al Segretario Generale.
– AGGIUSTAMENTO DELLE PENSIONI PER IL 2015 (vedi annex 2 nella versione inglese)
Il CCR ha presentato le sue raccomandazioni per gli stipendi e l’adeguamento pensioni per il 2015 ai segretari / direttori generali delle Organizzazioni Coordinate.
La NATO ha approvato tali tabelle dopo la procedura del silenzio. Da rilevare come in diverse nazioni (Italia compresa) questi “adeguamenti” saranno per il 2015 negativi (ITALIA 98.5)

Annex 1
              chiarimenti sul pagamento di fatture di importi elevati
La nostra polizza prevede che le spese mediche prima dovrebbero essere pagate e poi
chiederne il rimborso. Tuttavia, per diminuire l’onere finanziario, AWC ha accettato di pagare
fatture mediche ambulatoriali ,per importi elevati, direttamente al “fornitore”.
Nel caso in cui l’ospedale / la struttura sanitaria, abbia bisogno di una garanzia, AWC invia una garanzia di trattamento e/o di pagamento al fornitore, confermando la copertura e chiedendo di inviare la fattura direttamente a AWC, quindi può essere organizzata una forma diretta di pagamento.
Le uniche eccezioni a quanto sopra sono per il pagamento di cure dentistiche, di fatture di
materiale ottico, dispositivi ortopedici e apparecchi acustici .
In questi casi AWC non prevede il pagamento diretto al fornitore, e l’assicurato deve, prima
pagare, e poi inviare la ricevuta a AWC per il rimborso, insieme ad una prova del pagamento,
secondo le linee guida qui sotto riportate:
AWC chiederà una prova esplicita del pagamento nei casi seguenti
– Per tutte le fatture dentali, oltre 2.000 euro
– Per tutte le fatture di ottica, oltre 500 euro
– Per tutte le fatture per dispositivi ortopedici e apparecchi acustici, sopra 2.000 euro
– In caso di dubbio, indipendentemente dall’ ammontare della fattura
– Controlli casuali
Una prova di pagamento può essere:
– La fattura, in cui il fornitore indica chiaramente che è stata pagata, aggiungendo la firma      e un timbro del fornitore in questione
– Una dichiarazione bancaria, dimostrando che l’importo è stato trasferito sul conto              bancario del fornitore in questione (bonifico)
– La ricevuta del pagamento della carta di credito, dimostrando che l’importo è stato pagato    con carta di credito al negozio/ambulatorio del fornitore

ESTRATTO DAL BOLLETTINO DELL’ASSOCIAZIONE DEI PENSIONATI ARNS
…………………………………….per chi è interessato…………………………………….
Passi da fare dopo la morte di un membro del personale in pensione

SE INSERITO NEL SISTEMA PENSIONISTICO
Quando un pensionato muore, il coniuge o, se non esiste, un’ altra persona deve informare al più presto il Servizio pensioni NATO:
-o per telefono al capo del servizio, il signor Axel Reichl (+32 2 707 7362),
-o i suoi assistenti (+32 2 707 4561),
-o per posta al seguente indirizzo:
Unità Pensioni
Ufficio AA 213
B-1110 Bruxelles, Belgio
Il Servizio pensioni poi informerà con lettera i successivi passi da intraprendere,
compresa la fornitura di una copia del certificato di morte.
N.B. La pensione del defunto viene pagata per il mese completo in cui si è verificata la morte.
La pensione di reversibilità, se del caso, è pagata al superstite dal mese successivo .
ASSICURAZIONE SANITARIA
Il coniuge o, se non esiste, un’ altra persona, deve informare Allianz Worldwide Care (+32 2210 66 00) e inviare una copia del certificato di morte al solito indirizzo per rimborsi:
ALLIANZ (AWC)
Rue de Laeken, no. 35
B-1110 Bruxelles, Belgio
L’assicurazione interviene nel rimborso dei costi associati con la morte come le pompe funebri, fiori, sepoltura, ecc, cifra soggetta comunque a un massimale.
Devono essere presentate le fatture per reclamare il rimborso.
I costi possono anche essere rimborsati direttamente al fornitore di servizi (ad esempio, le pompe funebri).

E per quelli che erano inseriti nel Provident? Non è dato sapere, ma direi che avvisare l’Allianz sembrerebbe più che sufficiente.
Possiamo anche noi andarcene tranquilli……………………

ARNS       Association of former Retired NATO Staff
AWC         Allianz Worldwide Care
CNCSC     Confederation of NATO Civilian Staff Committees
CNRCSA   Confederation of NATO Retired Civilian Staff Association
JCB         Joint Consultative Board (incontri periodici fra l’amministrazione e                                 rappresentanti dello staff)
NGIC        NATO Group Insurance Contract
PSS          Personnel Support Service
RMCF        Retirees Medical Claims Fund

RICORDO CHE IL TESTO CHE FA’ FEDE E’ QUELLO INGLESE ALLEGATO

CNRCSA-News-4-e

ARNS0001

Lascia un commento