La Guida Turca

La Guida Turca

di Andrea Cavanna

Nel 1995 ho partecipato ad una crociera di lavoro che partiva da Istanbul, una città che avevo sempre desiderato visitare. Con altri colleghi decidemmo di partire qualche giorno prima per aver modo di visitare con calma almeno le cose principali.

Io e Zeki Tamer

Io e Zeki Tamer

Il giorno successivo al nostro arrivi decidemmo di visitate il famoso Topkapi, il Palazzo del Sultano che domina il Promontorio del Serraglio, tra il Corno d’Oro e il mar di Marmara, dietro la spianata delle Moschee, quella di Santa Sofia e la Moschea Blu. Arrivati alla biglietteria del Topkapi si avvicinò un signore anziano, smilzo, elegante con un soprabito blu e con un cappello a larghe tese tenuto fermo da un fazzoletto annodato sotto il mento, era una guida che si proponeva di accompagnarci nella visita del palazzo. Lo trovammo subito simpatico, parlava italiano perfettamente; pattuimmo il prezzo dei suoi servigi, se non ricordo male 10 dollari a testa, ed entrammo nel palazzo. La visita dei palazzi e degli annessi giardini durò circa due ore e le sue spiegazioni furono molto esaurienti.

Usciti dal palazzo stavamo per accomiatarci dalla guida quando questi ci propose di condurci, per altri dieci dollari a testa a visitare il palazzo Dolmabahçe, il Palazzo del Sultano sul Bosforo. Una cosa da non perdere assolutamente. Subito ci propose di prendere il tram dicendo:”Io sono una guida ufficiale e pertanto non pagherei il biglietto ma se volete possiamo andare a piedi, attraversando la città, cosi mentre camminiamo vi faccio vedere e vi parlò di quello che incontreremo.” Dicemmo subito di si e ci incamminammo. Lungo la strada ci mostrò anche una chiesa cattolica e subito dopo un edificio antico e fortificato, era la fabbrica dei cannoni, poi fu la volta di una moschea, la Nusretiye Camii, risalente al 1820, una moschea minore ma di una certa bellezza artistica e prima di giungere al palazzo ci mostrò anche la sede del Museo Navale.

Lungo la strada ci parlo anche di se. Ci raccontò che aveva insegnato a lungo latino in un liceo negli Stati Uniti, e che campava con la pensione Americana, però ogni mattina si recava al Topkapi per fare la guida non tanto per i soldi quanto per poter parlare una delle tre lingue che conosceva a perfezione: Italiano, Francese e naturalmente Inglese. Disse che questo gli permetteva di mantenersi in esercizio nelle lingue e di mantenersi lucido mentalmente e che incontrare persone di altri paesi lo arricchiva spiritualmente.

Ci raccontò anche che lui era uno degli ultimi amanuensi, quelli che scrivevano l’arabo antico a mano in bella calligrafia ( l’uso dei caratteri arabi fu vietato in seguito da Ataturk, quando decise di europeizzare i costumi Turchi). Ci disse che se ci fossimo recati nel Museo del Libro, sempre ad Istanbul, avemmo trovato in una certa sala e in una certa bacheca alcuni degli ultimi lavori che fece prima di ritirars. Per dimostrare che quanto diceva corrispondeva al vero ci diede un suo biglietto da visita. Era un biglietto da visita di un’altra persona ma sul retro a mano e con bella calligrafia aveva scritto il suo nome e il suo recapito. Zeki Tamer.

Biglietto da visita turco

Il biglietto da visita di Zeki Tamer

Giungemmo finalmente al palazzo Dolmabahçe. Mi son dimenticando di dire che passo dopo passo, spiegazione dopo spiegazione avevamo percorso più di sette chilometri, si era fatta l’una del pomeriggio ed eravamo affamati. Prima di entrare nella Reggia ci indicò il bar dove divorammo un certo numero di toast al formaggio. Zeki, la nostra guida, invece mangiò un toast e bevve una tazza di te. Ci disse che con quello lui campava benissimo e che da quando aveva compiuto i sessant’anni aveva deciso di vivere una vita morigerata in tutto e per tutto, specialmente nell’alimentazione. Una filosofia di vita e di saggezza. Fu allora che scoprimmo, con grande stupore, che la nostra guida ne aveva ottanta di anni.

Finalmente ci apprestavamo ad entrare, Zeki ci fece strada. C’erano anche altre guide nell’atrio del palazzo, alcune molto giovani, ma tutte, una ad una vennero ad omaggiarlo con grande deferenza e affetto. E lui era felice di questo affetto lo si vedeva dai suoi occhi, che brillavano.

A nostra insaputa eravamo stati in compagnia di una persona speciale ed indimenticabile.

GruppoIstanbul_95

Andrea Cavanna, Zeki Tamer, Roberto Chiarabini, Piero Serani e Walter Marconi. La ragazza non faceva parte del gruppo.

Articoli recenti

COVID19 – Coronavirus

Ho appena ricevuto per e-mail questa lettera da parte di Allianz-Care.
Qui sotto la traduzione in Italiano e di seguito l’originale in Inglese affinché possiate fare le vostre considerazioni.
===============================================================

CIAO,
Con lo scoppio globale della pandemia COVID-19 (Coronavirus), vorremmo condividere con te alcune informazioni e consigli utili.

Siamo qui per voi
Allianz Care è impegnata, come è nella sua missione, a mantenerti in salute. Tutti gli assicurati che manifestano sintomi o che hanno avuto un contatto diretto con una persona con una diagnosi confermata di COVID-19 sono coperti per test e trattamenti per l’infezione da Coronavirus e le eventuali complicazioni risultanti, entro i livelli di copertura applicabili e i limiti dei benefici previsti dal contratto della NATO.

Tutti i membri interessati a COVID-19 possono contattare Medi24, la nostra linea di consulenza medica 24/7. Con un team medico esperto, Medi-24 fornisce consulenza in inglese, tedesco, francese e italiano al numero +44 (0) 208 416 3929.
Consigli per gli assicurati Allianz Care

  • Osservare tutte le raccomandazioni del governo locale.
  • Evita di recarti nelle aree interessate e consulta prima le raccomandazioni dell’OMS sulle restrizioni di viaggio. Se vivi in ​​una zona colpita, resta a casa il più possibile.
  • Se stai tornando da un’area interessata, fai attenzione a sintomi come tosse, febbre e mal di gola. Chiama il medico se si verificano questi sintomi. Non andare in ospedale.

Contagioso come il comune virus influenzale, COVID-19 viene trasmesso attraverso goccioline (tosse o starnuti) e attraverso superfici contaminate. L’OMS ha condiviso alcune informazioni utili su come ridurre il rischio di infezione. Informazioni aggiornate sull’epidemia di Coronavirus tra cui precauzioni suggerite e avvisi di consulenza di viaggio sono disponibili da: https://www.who.int/health-topics/coronavirus.

COVID-19 attiva la copertura supplementare per malattia grave?
Tenendo conto delle regole che definiscono la malattia grave, COVID-19 non è considerato una malattia grave per i seguenti motivi:

  • non è cronico in natura,
  • non richiede trattamenti per tutta la vita e,
  • non può causare invalidità permanente.
  • inoltre, COVID-19 è lieve / asintomatico o richiede un trattamento ospedaliero. In primo luogo ciò non richiede alcun trattamento o trattamento (perché fino ad ora non esiste alcun trattamento). Se si traduce in ricovero, si applica la copertura di ricovero supplementare in modo che la copertura per malattia grave non fornisca ai membri alcun vantaggio aggiuntivo.

Accesso remoto alle cure mediche
Allianz Care fornirà una copertura per le consultazioni a distanza (telefono, Skype ecc.) Con i medici del proprio paese di residenza durante questa pandemia sotto il beneficio applicabile per le consultazioni GP / specialistiche. Questa misura ha lo scopo di aiutare le persone che presentano sintomi di sintomi COVID-19 e altri che desiderano consultare un medico per questioni mediche non correlate a COVID-19. L’obiettivo è garantire che i più vulnerabili, come quelli con patologie croniche, possano ottenere i loro farmaci e consulti medici senza il rischio di essere esposti al virus visitando fisicamente il proprio medico. Si prega di tenere presente che la copertura è applicabile solo alle teleconsulti con i medici.

Noi siamo preparati
Vorremmo rassicurarti che siamo preparati per potenziali impatti sulla nostra attività. Abbiamo messo in atto un piano solido per garantire sempre la nostra presenza ai nostri assicurati, quando essi hanno bisogno di noi. Di conseguenza, siamo fiduciosi della nostra capacità e  di continuare a fornirti il ​​supporto a cui sei abituato.

In caso di domande, contattare la nostra Helpline dedicata COVID-19 al numero +353 76 670 1219.

Il vostro team di assistenza Allianz

Versione originale in inglese

HELLO,

With the ongoing global COVID-19 (Coronavirus) outbreak, we’d like to share some helpful information and advice.  

We’re here for you
Allianz Care is committed in our mission to keep you well.  All customers displaying symptoms or having had direct contact with a person with a confirmed COVID-19 diagnosis are covered for tests and treatments for Coronavirus infection and any resulting complications, within the applicable cover levels and benefit limits of NATO.  

Any members concerned about COVID-19 can contact Medi24, our 24/7 medical advice line.  Staffed by an experienced medical team, Medi-24 provides advice in English, German, French and Italian on +44 (0) 208 416 3929.

Advice for Allianz Care customers

  • Observe all recommendations from local government. 
  • Avoid travelling to affected areas and consult the WHO travel restriction recommendations beforehand.  If you live in an affected area, stay home as much as possible. 
  • If you are returning from an affected area watch out for symptoms such as a cough, fever and sore throat.  Call your doctor if you experience these symptoms.  Do not go to a hospital.

As contagious as the common influenza virus, COVID-19 is transmitted via droplets (coughing or sneezing) and via contaminated surfaces.  The WHO has shared some helpful information on how to reduce your risk of infection.  Up to date information on the Coronavirus outbreak including suggested precautions and travel advisory notices is available from: https://www.who.int/health-topics/coronavirus

Does COVID-19 activate Serious Illness supplementary cover?
Taking into account the rules defining Serious Illness, COVID-19 is not considered as serious illness for the following reasons:

  •  it is not chronic in nature,
  • it doesn’t require life-long treatment and,
  • it cannot cause permanent disability.
  • also, COVID-19 is either mild/asymptomatic or requires hospital treatment. In the first instance this does not require any medications or treatment (because up to now there is no treatment).  If it results in hospitalisation, then the supplementary hospitalisation cover applies so Serious Illness cover doesn’t provide members with any additional benefit. 

Remote access to medical care
Allianz Care will provide cover for remote consultations (telephone, Skype etc) with medical doctors in your country of residence during this pandemic under the applicable benefit for GP/specialist consultations. This measure is aimed at assisting people displaying symptoms of COVID-19 symptoms as well as others who wish to consult with a doctor for non-COVID-19 related medical matters.  The goal is to ensure the most vulnerable such as those with chronic conditions can get their medications and medical consultations without the risk of being exposed to the virus by physically visiting their doctor. Please keep in mind that cover is applicable only to teleconsultations with medical doctors.

We’re prepared
We’d like to reassure you that we are prepared for potential impacts on our business.  We have a robust plan in place to guarantee that we continue to be there for our customers, when they need us.  As a result we are confident in our ability to continue to provide you with the support you’re used to.  

If you have any questions please contact our dedicated COVID-19 Helpline on +353 76 670 1219.

Your Allianz Care Team 

  1. CONFEDERAZIONE DEL PERSONALE CIVILE NATO IN PENSIONE Lascia una risposta
  2. Auguri 2019 2 Risposte
  3. Video della storia del centro Lascia una risposta
  4. XVII Pranzo – Saclantico 2019 2 Risposte
  5. prima che i ricordi svaniscano 1 Risposta
  6. XVII Pranzo Saclantico – 2019 Lascia una risposta
  7. Programma – 60° Anniversario Lascia una risposta
  8. Clotilde Pedenovi – Tilde Lascia una risposta
  9. Ron Tompkins Lascia una risposta