Video della storia del centro

Download PDF

Questo è il video proiettato durante il 60° anniversario realizzato con il contributo di Federico De Strobel,.
Dovete avere pazienza se non avete una linea di internet veloce, ma questo è il solo mezzo per poterlo mostrare a tutti voi. Purtroppo il Centro non potuto realizzare un DVD da distribuire a tutti i partecipanti. Accontentiamoci.
Nei prossimo giorni pubblicherò anche qualche video relativo a quello che è stato fatto in passato e quello che stanno facendo oggi.

Piccola pubblicazione relativi a i 60 anni del centro. Ci sono molte immagini dalla fondazione del centro e purtroppo molte immagini di colleghi scomparsi.

60th Foto Book

XVII Pranzo – Saclantico 2019

Download PDF

Cari Amici, ho visto con piacere molti di voi al recente 60° Anniversari della fondazione del Centro. A seguito della cerimonia qualcuno ha espresso l’idea di inviare un messaggio alla Direttrice del centro Catherine Warner per ringraziarla dell’invito che ci ha fatto. Da questo ringraziamento ne è scaturito uno scambio di e-mail che vi riporto qui di seguito.

Dear Dr Warner,I am the coordinator of the Italian CMRE retirees (the web group “I Saclantici”) and, on behalf of all the members, would like to thank you for the invitation to the 60th Anniversary celebrations of the Centre’s foundation.  
You might appreciate knowing that a number of former staff members who attended last Friday’s celebrations were also there on the day the Centre was founded. Viewing Federico de Strobel’s video was a very moving experience for several of us who were able to relive the “glorious” days of the Centre.
While reaffirming our thanks, we wish you all the best, and encourage you to uphold the Centre’s excellence through the enthusiasm of the new generation of scientists and technicians.   
Sincerely,
Andrea Cavanna,

Alla quale ha risposto con:

Dear Andrea and I Saclantici:
Thank you for your note and for joining us in celebrating the 60th Anniversary of the Centre.  It was a wonderful feeling to know so many people had such fond memories of working here.
I have a copy of the video on a DVD if anyone would like a copy, please let me know.
And I hope to see you soon in Lerici or La Spezia for a caffe or aperitivo!
Take care,
Catherine

A questo punto, ho pensato che fosse l’opportunità per invitarla al pranzo e allo stesso tempo l’occasione per avere una copia del DVD che altrimenti sarebbe stato difficile reperire. A dire il vero non avevo molte speranze che accettasse l’invito invece ha risposto così:

Dear Andrea:  That sounds perfect!  My calendar is open on Oct 24, so I will block for lunch now.
Please send details when available.
Thank you,
Catherine

Quindi per la prima volta un Direttore del Centro ci onorerà della sua presenza al pranzo.
Mi sembra una buona notizia. La Direttrice sarà accompagnata da Marco Mazzi, che avrà l’occasione di rivedere i vecchi colleghi, come ha scritto in una sua mail a tutti noi.

Nel corso della giornata presenterò il mio libro “Prima che i Ricordi svaniscano” una raccolta di episodi curiosi e divertenti di vita vissuta in mare con buona parte di voi. Alcuni di voi l’hanno già acquistato alla festa (alla cifra simbolica di 5 euro) e dai quali ho avuto riscontri favorevoli. Il libro è un modo per ricordare anche gli amici scomparsi. Alcuni di loro hanno contribuito al libro anche con propri racconti. Mi riferisco a Piero Serani che purtroppo non ha potuto vedere e leggere la copia cartacea.

Al momento il numero dei partecipanti è molto alto siamo già a 53 prenotazioni.
A preso, Andrea

Ron Tompkins

Download PDF

Ho ricevuto da Jackie Deramo la notizia della scomparsa di Ron Tompkins che è stato per lungo tempo al centro come capo del progetto 05, uno dei più importanti progetti del centro, quando il centro faceva il lavoro per il quale era stato fondato. Io ho avuto il privilegio di partecipare a diverse crociere dirette da Tompkins ai tempi della Maria Paolina G.

Ron, purtroppo è stato colpito per lunghi dieci anni da una delle malattie più umilianti che possono capitare ad un essere umani: l’Alzheimer. Una malattia che ha colpito una persona da una brillante mente. Un’ottima persona che sapeva divertire con il suo umor.

Mi permetto in questo triste momento di ricordarlo con un racconto di vita vissuta in mare a bordo della Maria Paolina G. in cui Ron è attore comprimario Credo che sia il modo migliore per ricordarlo.

Le frittelle di mele

Sulla vecchia nave Maria Paolina G., adiacente al laboratorio c’era un piccolo angolo cottura atto a preparare qualche spaghettata notturna specialmente per quelli che lavoravano di notte, quando la cambusa della nave era chiusa. Ad una certa ora, verso la mezzanotte, si sgomberavano i tavoli da lavoro per prepararli per la cena di mezzanotte. Cena alla quale non partecipavano solo quelli di turno ma tutti quelli che volevano passare in po’ di tempo tra amici.

Una pomeriggio Giuliano Bertoli, che aveva una certa dimestichezza con la cucina, decise di festeggiare il giorno di San Giuseppe facendo delle frittelle di mele. Cominciò con il preparare la pastella che doveva lievitare. Sbucciò le mele e le lasciò a macerare nel vino, forse rum o cognac.

La pastella doveva lievitare e la lasciò nella pentola. Giuliano doveva andare a finire un lavoro e lasciò di guardia alla pentola in capo crociera Ron  Tomkins. Gli disse: “mi raccomando stai attento che la pasta, che deve crescere, non esca dalla pentola”. Detto questo, si allontanò. Dopo circa una mezzora la pasta lievitando cominciò a crescere e a spingere il coperchio, debordando dalla pentola. Ron ligio alla consegna, ma molto impacciato, cercava in tutti i modi di contenere la fuoriuscita della pasta dalla pentola. Cercava di rimettere la pasta di nuovo nella pentola, ma mentre riusciva a farla rientrare nella pentola, questa riusciva da un altro lato. Stava impazzendo, non sapeva più cosa fare. Fortunatamente Giuliano ritornò in tempo a toglierlo dall’impaccio. Ron era impacciato ma molto divertito dalla sua performance.

Mentre Giuliano cominciava a friggere le frittelle, di lì  passava Peppino, detto Gilli, che vedendo Giuliano alle prese con la pastella gli chiese cosa stesse facendo. “Sto facendo le frittelle con le mele” rispose. “Beh, allora mettine  qualcuna da parte che adesso ho da fare” chiese Gilli. E qui scatta l’idea dello scherzo. Giuliano prende due patate le sbuccia, le fa a fette e le immerge nella pastella e le frigge, come le frittelle di mele. Una bella spolverata di zucchero e le “frittelle taroccate” sono identiche a quelle genuine.

Erano le quattro del pomeriggio. Adunata in laboratorio per gustare le frittelle di Bertoli.

“E quelle cosa sono?”  Indicando il piatto messo da parte. “Sono le frittelle per il Gilli, quelle le deve mangiare solo lui”. Qualcuno aveva intuito che non erano frittelle uguali alle altre ed immaginò lo scherzo. Ma nessuno disse nulla.

Dopo un’oretta circa arrivò il Gilli che rivendicava la sua parte. “Eccole sono in quel piatto vicino al fornello, le abbiamo tenute al caldo”. Dopo un paio di bocconi non fu difficile capire che era vittima di uno scherzo. Se non l’avesse capito dal sapore l’avrebbe intuito vedendo e sentendo le nostre risate.

Prontamente furono tirate fuori le frittelle vere che mangiò con gusto.

Qui di seguito la comunicazione originale di Jean Peterson latrice della triste notizia.

Hello Jackie,
It is with sadness that we pass on to you that Ron Tompkins died last night after a ten year struggle with Alzheimer’s disease.  Until a couple weeks ago he was doing reasonably well and enjoying life but he then deteriorated rapidly.  For several years, his near term memory had been failing but he still recognized old friends and surprisingly retained his skills at bridge and poker and always his sense of humor.  Rest in peace, Ron…..
Marty can be reached via email, martylhp@outlook.com, by phone: 954 421 6572 or mail: 3180 NE 48th Court #108 Lighthouse Point, FL 33064.
Jackie, would you please pass this info on to Heather and anyone else that might have known Ron at the Centre.  Thanks.
Cheers,
Jeannie and John

60° Anniversario del Centro

Download PDF

Cari Amici, sicuramente verso il 4 di Luglio scorso avrete ricevuto l’invito a partecipare alla celebrazione del 60° anniversario della fondazione del Centro.

Manifesto ufficiale della manifestazione

Per partecipare occorre registrarsi e seguire le indicazioni riportate nella mail-invito (link alla pagina di registrazione con la password indicata nella mail) e registrarsi come Alumni. Occorre indicare il Nome e Cognome, la Nazionalità, la data e luogo di nascita sia vostra che della persona che vorrete portare con voi. Ulteriori indicazioni riguardano i minori per i quali occorre indicare la fascia di età. È richiesto di dichiarare eventuali intolleranze alimentari visto che verrà organizzato un buffet leggero.

Data la scarsezza dei posti auto disponibili all’interno del comprensorio è stato predisposto un servizio navetta (solo per gli Alumni) che partirà dal parcheggio del Mega Cine, Al momento della registrazione è necessario indicare se si desidera avvalersi di questo servizio.

Questa è un’altra occasione per ritrovarci e rivivere un breve momento della nostra permanenza al centro. Ognuno di noi, indipendente del ruolo che ha svolto nella vita lavorativa, ha contribuito alla storia del Centro. Per i più anziani, sicuramente la parte migliore e gloriosa della sua esistenza.

Arrivederci il 4 di Ottobre.

Addio Piero

Download PDF

Oggi mi sento un po’ più orfano con la perdita di Piero Serani.  Non è facile cominciare a parlare di Piero, non si sa da che parte cominciare. Comincio da adesso a vado a ritroso.

In questi anni Piero si era preso l’impegno di coordinare assieme a noi i pranzi dei “ I Saclantici”, lo faceva con grande impegno. Piero era il notaio di tutti noi. Sapeva le date di nascita i numeri di telefono, le mail , meticolosamente registrati nel suo foglio di Excel. Era da lui che arrivavano e si propagavano le buone e le cattive notizie tra i pensionati. Voglio ricordare che Piero nell’assumere questo incarico aveva posto un’unica condizione: tutti sono i benvenuti ai nostri pranzi, nessuno escluso, lasciamo alle spalle le eventuali rivalità che avevamo nel corso degli anni di lavoro. Questo la dice lunga sulla sua visione del mondo e dei rapporti umani. Talvolta poteva sembrare burbero o “incazzoso”, ma alla fine, magari dopo giorni, si scopriva che aveva ragione o che il rimbrotto aveva una vena di saggezza.

Dal punto di vista professionale ha sempre riscosso un grande rispetto e una grandissima professionalità. Molti la lui hanno imparato. Le testimonianze di affetto, sia durante l’ultimo pranzo che dai messaggi sul gruppo dei iSaclantici confermano che tutti gli hanno voluto bene.

Chi di noi ha passato tanto tempo (anni) in mare sia con la Paolina che con l’Alliance o le altre navi ha maturato un legame particolare con i compagni  di avventura, un rapporto molto diverso dal rapporto con i colleghi  del centro che non navigavano. Più di una amicizia era dovuta al fatto che eravamo tutti sulla stessa barca.

Percorrendo il tempo all’indietro quando le comunicazioni erano difficoltose e internet non era nenche ancora pensato, ricordo che ci riunivamo attorno alla radio (come attorno al caminetto) nei due appuntamenti quotidiani per ascoltare tra un gracchiare e l’altro le notizie dal Centro o per mandare messaggi ai nostri famigliari attraverso i nostri colleghi a terra. Vale la pena ricordare Alberto Garibbo, che si prendeva l’incarico di telefonare a casa per riportare le notizie.

Lo stare assieme e talvolta nella stessa cabina rafforzava l’amicizia e nei momenti di sconforto ci si apriva e ci si metteva a parte anche delle nostre disavventure famigliari, dei figli, della moglie che non stava tanto bene ecc. ecc.

Ma non erano sempre momenti tristi, c’erano anche i momenti allegri in laboratori: si lavorava ma si scherzava sempre. Mitiche le discussioni in toscano tra Piero e Enzo Michelozzi, anch’egli scomparso da poco.

Voglio concludere con una frase tipica di Piero quando doveva discutere con qualche collega più giovane: “Oh Bimbo, non vorrai mi’a insegna a far la pippi al tu babbo?”

Ciao Piero, sono sicuro che se ne avrai la possibilità sarai in grado di organizzare un pranzo saclantico anche con quelli che ti hanno preceduto.

Ciao Piero, sarai sempre nei nostri pensieri.

16° PRANZO SACLANTICO IMPRESSIONI e COMMENTI

Download PDF

Carissimi, Ieri 17/05/19 è stata a parer mio una bella giornata, sarà che le mie sono un pò tutte uguali ed abbastanza monotone. L’avevo aspettata tanto, anche se stavo un pò con il timore di non essere fisicamente in grado di intervenire e non poter rivedere tutti. Sapevo che sarebbero state presenti molte persone che essendo venute in pensione quest’anno era molto tempo che non vedevo dato che io ormai mancavo dal Centro dal  2003. Dunque, come dicevo, è stata una bella giornata, il tempo ha retto bene, il posto era piacevole, il pranzo e la scelta del menù a parer mio ottima, non gravosa e piuttosto raffinata. Di questo, si deve  fare un ringraziamento al gruppo organizzativo, da parte mia un ringraziamento particolare ad Andrea per la sua perenne disponibilità a scarrozzarmi a destra e a sinistra. Ma devo ringraziare anche tutti gli altri per la loro disponibilità nei miei confronti ad aiutarmi, anche in un paio di frangenti di respiro affannoso. Tutti quanti mi hanno dimostrato attaccamento e felicità nel rivedermi dopo l’assenza al pranzo precedente. Queste sono dimostrazioni di affetto a pieno ricambiate fra persone che hanno passato assieme parte della loro vita. Tutti quanti comunque hanno dimostrato piacere a partecipare a questi raduni, che vanno trasmessi con entusiasmo anche alle new entry perché questa tradizione non vada persa.

XVI PRANZO SACLANTICO

Download PDF

È tutto pronto per il XVI Pranzo Saclantico.

Venerdì 17 Maggio 2019 ore 12:30

Abbiamo cambiato location. Andiamo al ristorante:

Chez des Amis a Ceparana in Via Traversa Cisa

Per chi arriva da Aulla o Santo Stefano prendere la traversa a sinistra dopo il distributore ENI prima di arrivare a Ceparana. Per chi viene da Spezia da Buon Viaggio, arrivati a Ceparana proseguite per circa 3-400 metri in direzione Aulla. prendere la traversa a destra e percorretela per altre 400 metri. Troverete il ristorante sulla destra.

Si Prega di confermare entro Mercoledì 15 Maggio ore 12:00 Spero interveniate numerosi. Fate passa parola per quelli che non usano strumenti tecnologici.

Video con indicazioni stradali

Per chi viene da Aulla o da Sarzana al bivio di Caprigliola prendere il ponte per Albiano. Prima di arrivare a Ceparana, sulla sinistra si trova il distributore dell’ENI, dopo 3-400 metri sulla sinistra c’è il bivio per Via Traversa Cisa, a circa 400 metri si trova il ristorante.
Per chi viene dalla Spezia Percorrere tutto il ponte per entrare in Ceparana e all’ultima rotonda proseguire per Albiano. Seguite la macchina con carrello per imboccare Via Traversa Cisa. In fondo alla strada c’è il ristorante

Prossimo XVI pranzo Saclantico

Download PDF

Cari amici stiamo preparando il prossimo pranzo primaverile per Venerdì 17 Maggio.
Al momento stiamo valutando una nuova location, probabilmente a Ceparana. Saremo più precisi entro Giovedì prossimo. Termine ultimo per partecipare Martedì 14 Maggio.

Questo annuncio verrà comunicato anche con WhatsApp e SMS ma vi invito anche a fare il passare parola per quegli amici colleghi meno tecnologici.

A presto
Andrea & Company

Omar Burroni

Download PDF

Ancora un altro Saclantico DOC ci ha lasciati.E’ il nostro caro amico e collega Omar Burroni. Si, Doc, perché è stato uno dei primi ad essere assunto nell’anno di fondazione del Centro nel lontano 1959 ed è rimasto con noi fino al limite d’età nel 1992. Lo troverete alla pag. 1 del nostro annuario.

Omar con il figlio Alessandro al pranzo dei Saclantici del 25 Maggio del 2017

Chi non ha conosciuto Omar e le sue barzellette? Penso sia stata la persona più conosciuta del Centro o perlomeno quella che tra le prime ognuno di noi ha conosciuto per il suo modo di rapportarsi con gli altri, sempre sorridente, pronto alla battuta, da buon toscano, era di Castelfiorentino, conosceva bene l’inglese e questo gli serviva per stabilire un buon rapporto anche con gli stranieri e comandanti militari che spesso doveva accompagnare  in auto per servizio.

Accadeva talvolta che faceva da autista anche a noi tecnici che magari dovevamo partire per qualche viaggio in aereo e ci accompagnava all’aeroporto, magari a Milano o a Genova. Potevi star tranquillo che il viaggio ti passava in un lampo, intrattenuti come eravamo dal nostro simpatico autista. Dopo un pò d’anni passo al servizio in ufficio dove si occupava di organizzare viaggi di servizio per il personale. Quando andavamo al bar per il caffè di mezza mattina, se c’era Omar si formava subito un crocchietto di persone che ascoltavano le sue battute e barzellette.Caro Omar, sei tra quelle persone che non verranno mai dimenticate.

Sentite condoglianze a te Alessandro e a tutta la Famiglia. Piero e tutti i saclantici

Alcune testimonianze riportate nel gruppo WhatsApp de iSaclantici.

Il pezzo dedicato a OMAR è stato scritto da Piero Serani anche se poi pubblicato da Andrea Cavanna in quanto amministratore del Sito

Prossimi pensionamenti

Download PDF

Con la fine dell’anno andranno in pensione Natalie Arena, Piero Guerrini e Vittorio Grandi e i colleghi del Centro stanno organizzando un pranzo di congedo che si terrà il 18 Dicembre 2018 presso il Ristorante 1918 a Lerici, in piazza Garibaldi.
Il menu sarà a base di pesce e orientativamente il prezzo sarà di 30 euro.

Gli organizzatori mi hanno pregato di estendere l’invito a tutti i pensionati. Chi vorrà intervenire sarà il benvenuto. Passate questa informazione anche a quei colleghi che non frequentano questo sito.

Visto che a Lerici non è consentito parcheggiare, si suggerisce di lasciare le macchine nel parcheggio della Vallata e usufruire del minibus per raggiungere il ristorante.
Comunicheremo in seguito l’orario del minibus.
In inverno, nei giorni feriali, il parcheggio è gratuito.

Si prega di confermare la vostra partecipazione entro mercoledì 12 Dicembre mettendo un commento su questa pagina oppure un messaggio sul gruppo isaclantici su WhatsApp.